Omeopatia e sindrome ansiosa



È in notevole aumento il numero delle persone che soffrono di ansia, paura e panico. Separazioni, lutti, difficoltà nel lavoro, situazioni di stress prolungato, qualche insuccesso personale o difficoltà nel realizzare le proprie aspettative possono indurre tali disturbi.
In genere questi termini vengono usati tutti con lo stesso significato ma possiamo distinguerli l'uno dagli altri.

Ansia: è uno stato caratterizzato da una sensazione di paura non connessa ad alcuno stimolo specifico.

Paura: emozione primaria di difesa provocata da pericolo che può essere reale.

Angoscia: è una ansia con forti manifestazioni somatiche, spesso con accenti depressivi.

Panico: episodio acuto di ansia con terrore e tensione emotiva che ostacolano un'adeguata organizzazione del pensiero e della azione. Aldilà di queste sottili differenze spesso questi disturbi si manifestano con gli stessi sintomi ma con diverso grado di intensità:

I sintomi che possono comparire sono: difficoltà di respirazione, palpitazioni, dolori al torace o senso di malessere, sensazioni di soffocamento, vertigini, sudorazione, vampe di calore, tremore, paure legate a certe situazioni, ansia incontrollabile, sensazione di irrealtà, intorpidimento. Tali sintomi innescano la paura di avere varie malattie, alimentando così lo stato ansioso. È di particolare importanza comunque escludere, vista la varietà dei sintomi, altre malattie che presentano sintomi simili: malattie cardiache, disturbi tiroidei e altro, ed è necessario che sia il medico a valutare tali sintomi e fare una corretta diagnosi.

L'omeopatia nella sindrome ansiosa
Il medico omeopata valuta, caso per caso, i sintomi del paziente e le eventuali cause di ansia prescrivendo la medicina opportuna per ciascuna situazione. La terapia omeopatica può essere associata a terapie psicologiche quando queste sono necessarie o consigliate.




« precedente | elenco articoli | successivo »